Pellegrinaggio a Vigodarzere

EVENTI50

Continuano i PELLEGRINAGGI DI GRATIDUDINE per ringraziare quelle comunità che 50 anni fa ci hanno generati donando una parte di sè per far nascere noi.

Siamo stati visitati, ora andiamo a visitare…

Domenica 7 maggio parteciperemo all’eucaristia alle ore 9.30 a Vigodarzere

Con chi desidera partiremo a piedi dal piazzale alle 8.40.

Emilio diventa diacono

DALLE 18 DIRETTA STREAMING DALLA CATTEDRALE DI PALERMO
Sarà possibile seguire l’ordinazione diaconale presieduta da mons. Corrado Lorefice in diretta streaming nel sito dell’Arcidiocesi di Palermo.

www.diocesipa.it

 

Ti invitiamo con grande gioia alla nostra

ORDINAZIONE DIACONALE

per l’imposizione delle mani e la preghiera di ordinazione di
mons. CORRADO LOREFICE

arcivescovo di Palermo

VENERDI 21 APRILE 2017
ore 18.00
Cattedrale di Palermo

Emilio Emmanuele Cannata     Sergio Meli
Cristofaro Nuccio     Antonio Amenta

 

Don Silvano, con alcuni parrocchiani, rappresenterà la nostra comunità nella Cattedrale di Palermo e nella parrocchia di Emilio, che tornerà da noi e svolgerà il suo servizio diaconale alle celebrazioni del 30 aprile. Alle 10 saranno presenti i suoi genitori, Francesca e Vincenzo, e amministrerà due Battesimi.
Festeggeremo con un pranzo “porta e offri” per chi desidera, in particolare per i giovani, il Consiglio pastorale, il Consiglio per la gestione economica, i catechisti, gli animatori, i chierichetti.

Leggi l’inserto

Il cero pasquale 2017

Il mistero pasquale di Cristo (la croce gloriosa) segna il tempo in verticale (l’anno 2017) trasfigurandolo in lui, che è l’Alfa e l’Omega della storia, il Principio e il Fine, la Parola Ultima… Tutto questo è contornato e sostenuto dal pavone, uno dei primi simboli cristiani, già presente nelle catacombe. Nell’antichità si pensava che le sue carni, dopo la morte, non si deteriorassero: per questo faceva pensare alla vittoria di Gesù sul male e sulla morte.
Ogni anno in autunno il pavone maschio perde le penne decorative, che rinascono in primavera: anche per questo è stato scelto dai primi cristiani per esprimere il mistero della rinascita spirituale di chi è immerso con il Battesimo nella morte di Gesù, per rinascere a vita nuova nella sua risurrezione.
I colori sgargianti richiamano l’arcobaleno, che già nella Genesi è segno dell’alleanza rinnovata tra Dio e Noé, che ora giunge a pienezza in Cristo. L’Apocalisse dice che “un arcobaleno simile nell’aspetto a smeraldo avvolgeva il trono di Dio” (4,3).
I mille occhi presenti nelle penne richiamano la grandezza e l’onnipotenza del Figlio dell’uomo, che passando per l’umiliazione della morte di croce, attraverso la risurrezione è stato costituito “Signore” in eterno. Ancora l’Apocalisse ci aiuta a pregare davanti al nostro cero: “L’Agnello, che è stato immolato, è degno di ricevere potenza e ricchezza, sapienza e forza, onore, gloria e benedizione” (5,12).

5×1000 C.P. San Bonaventura

5x1000-grandeVuoi darci una mano per sostenere il centro parrocchiale?

Puoi farlo a costo zero scegliendo il nostro Circolo NOI per la destinazione del 5×1000 nella tua dichiarazione dei redditi.

“CENTRO PARROCCHIALE SAN BONAVENTURA”

Piazza San Bonaventura 1 – 35010 Cadoneghe (PD)

Codice fiscale 92147010281

 

Grazie, a nome dei ragazzi, giovani e adulti che trovano nel centro parrocchiale un luogo sano, fraterno ed educante!